Fidi

Cosa si intende per accollo di un mutuo?

Si ha accollo di un mutuo quando si subentra nelle obbligazioni assunte dal contraente originario, generalmente a seguito della vendita del bene ipotecato.
L’accollo del mutuo assistito da ipoteca è aperto all’adesione delle Banche creditrici. Va sottolineato come le Banche possano anche non aderire all’accollo nell’ipotesi in cui ritengano che il subentrante non presenti sufficiente capacità di rimborso.

Che cos’e’ un mutuo ipotecario?

Il mutuo ipotecario è un finanziamento a medio-lungo termine, che in genere dura da 5 a 30 anni. Di solito il cliente riceve l’intera somma in un ‘unica soluzione e la rimborsa nel tempo con rate periodiche. E’ chiamato “ipotecario” perché il pagamento delle rate è garantito da un’ ipoteca su un immobile.

Che cosa succede in caso di ritardo di pagamento di una rata?

Se non viene pagata una rata del mutuo, in genere l’unica conseguenza è il pagamento degli Interessi di mora. Il tasso di mora è pattuito in misura superiore al tasso di interesse.

Che cosa è ed a cosa serve l’ipoteca?

L’ipoteca è una garanzia reale che attribuisce alla banca il diritto di espropriare i beni vincolati a garanzia del suo credito e di essere soddisfatta con preferenza sul prezzo di vendita all’asta del bene oggetto dell’ipoteca.
L’ipoteca si costituisce mediante iscrizione in pubblici registri e si estende sull’intero bene che ne è oggetto. Il bene rimane in godimento del proprietario (che lo può cioè liberamente usare).

Che cos’è un muto a tasso variabile?

E’ un finanziamento in cui il tasso di interesse varia a scadenza prestabilita rispetto al tasso di partenza in funzione a parametri, il principale dei quali è l’Euribor, a cui l’intermediario aggiunge una maggiorazione, detta spread.

Che cos’è il piano di ammortamento?

Il piano di ammortamento è il progetto di restituzione del debito. Il piano stabilisce l’importo, la data entro la quale tutto il debito deve essere pagato, la periodicità delle singole rate (mese, trimestre, semestre), i criteri per determinare l’ammontare di ogni rata e il debito residuo.
La rata è composta da due elementi:

  • quota capitale, cioè l’importo del finanziamento restituito
  • quota interessi, cioè l’interesse maturato