Defibrillatore a Croce Rossa di Cattolica

La Banca Popolare Valconca dona un defibrillatore al comitato della Croce Rossa locale

Cerimonia di consegna in Sala Giunta: presentato anche il servizio "Rescue Bike" attivo durante l'estate e reso possibile grazie alle donazioni dell'istituto bancario Valconca

Cattolica – Consegnato in Sala Giunta ai referenti del comitato locale della Cri un defibrillatore, dono della Banca Popolare Valconca che aveva già dotato l'associazione di quattro biciclette attrezzate per le emergenze sanitarie. Il servizio "Rescue Bike", infatti, è stato reso possibile grazie alla solidarietà della Banca Popolare Valconca, che ha a cuore il suo territorio: "Da sempre siamo sensibili alle problematiche e alle necessità che riguardano il nostro ambito territoriale – spiega Daniele Morganti, Responsabile Affari e Filiali della Banca Popolare Valconca – ecco perchè abbiamo scelto di partecipare alle iniziative legate alla Croce Rossa e che offrono un servizio utile per l'intera collettività".

"Grazie a Rescue Bike la nostra città si è arricchità di un preziosissimo presidio sanitario" - sottolinea il Sindaco di Cattolica Piero Cecchini - "l'opera prestata dai volontari della Cri è encomiabile così come lo sono l'impegno ed il sostegno offerti dalla Banca Valconca, sempre attenta alle esigenze del territorio".

Gabriella Zangheri, Presidentessa del locale comitato Cri che attualmente comprende 110 volontari e che si articola nelle due sezioni di Cattolica e Morciano, ha illustrato nel dettaglio l'operato dei volontari di "Rescue Bike": "Si tratta di un progetto nato nel 2012 grazie all'importante donazione della Banca Popolare Valconca ed ideato dal Gruppo Giovani della Cri: l'idea era quella di creare un servizio che fosse in grado di poter essere operativo durante i periodi di maggior affluenza in modo rapido ed efficace. Grazie alle quattro biciclette – due da uomo e due da donna – predisposte per l'emergenza grazie a delle sacche contenenti materiale utile per il primo soccorso, riusciamo ad intervenire velocemente anche in situazioni in cui diventa problematico, per un'ambulanza, raggiungere il punto in cui portare soccorso.

Grazie a questo defibrillatore ora siamo in grado di essere attrezzati per le emergenze di tipo cardiocircolatorio: i nostri volontari, infatti, avendo frequentato il corso BLSD sono formati ed abilitati ad utilizzare il defibrillatore".

Ecco che quindi, durante le principali manifestazioni estive, i volontari di Cri hanno circolato nelle zone "strategiche" di Cattolica, pronti ad intervenire in caso di necessità.

La sig.ra Zangheri ha anche anticipato che per la stagione estiva 2015 il servizio "Rescue Bike" coprirà una nuova zona, ovvero quella del mercato del sabato mattina: "Visto l'ottimo riscontro ottenuto abbiamo deciso di ampliare l'offerta: il sabato mattina ci organizzeremo per presidiare l'area del mercato, ovviamente sempre in accordo con l'Asl, ente con il quale coordiniamo il nostro operato".