Non solo mamme - Immagini di donne ieri e oggi

"Non solo mamme - Immagini di donne ieri e oggi" di Giuliana Tomassoli Cermaria

"Essere donna è così affascinante. È un avventura che richiede un tale coraggio, una sfida che non annoia mai". Così scriveva Oriana Fallaci nel 1975 nel suo libro "Lettera a un bambino mai nato".

Un'avventura e una sfida: mi sembrano i tratti distintivi di questo volume scritto da una donna e che racconta solo di donne.

Il libro di Giuliana Tomassoli è scintillante e brioso. Con sapienza ed arguzia l'autrice alterna brani tratti da manuali di buone maniere a fotografie di donne cattolichine, a storie tratte dalla vita di tutti i giorni, a ritagli di giornale. E' un libro pieno di sorrisi, di donne che camminano a testa alta e che lavorano a testa bassa.

Vi sono alcuni temi ricorrenti. Ad esempio il tema del lavoro attraversa tutto il libro per cui si passa dalla fabbrica del pesce in scatola alla macchina da cucire, dall'atelier da parrucchiera fino al negozio sartoriale e all'industria di moda. Intrigante anche il tema dei mezzi di trasporto usati dalle donne: dalla bicicletta ai primi motoscooter, agli aeroplani fino alla motocicletta di grossa cilindrata dell'ultima strepitosa fotografia. Sono trasformazioni culturali che riguardano non solo Cattolica ma l'Italia tutta.

Il libro è scintillante e brioso ma non è affatto un libro leggero, anzi è, al fondo, estremamente serio e pensoso.

Il filo rosso che lega questo volume è la vita stessa così piena di gioia e dolori, eppure sempre vita.
L'urto delle circostanze fa sì che alcune storie di donne qui raccontate siano piene di fatica, a volte di dramma.
Ma non vi sono recriminazioni.

Tutto quello che viene narrato nasconde un anelito di bene e di positività. Di fronte alle difficoltà della vita non ci si ferma, non ci si abbatte. Tutto diventa occasione per una maggiore consapevolezza di sé, tutto diventa una sfida da affrontare. Queste donne tenaci e combattive trovano sempre il modo di ricominciare, di ripartire con nuovo vigore perché la vita riserva sempre un bene. Vengono in mente i pensieri di Lucia nei Promessi Sposi: "...chi dava a voi tanta giocondità è per tutto: e non turba mai la gioia de' suoi figli, se non per prepararne loro una più certa e più grande".

Questo bellissimo libro è scritto da una donna e racconta solo di donne ma indica la ricerca di un significato della vita, ricerca che è di tutti.

E' un omaggio della Banca Popolare Valconca a tutte le donne, come recita una celebre poesia di Alda Merini :
"Fragile, opulenta donna, matrice del paradiso/sei un granello di colpa/anche agli occhi di Dio/malgrado le tue sante guerre/per l'emancipazione./Spaccarono la tua bellezza/e rimane uno scheletro d'amore/che però grida ancora vendetta/e soltanto tu riesci/ancora a piangere./Poi ti volgi e vedi ancora i tuoi figli,/poi ti volti e non sai ancora dire/e taci meravigliata/e allora diventi grande come la terra."

Avv. Massimo Lazzarini
Presidente Banca Popolare Valconca

Cattolica 17 febbraio 2015

Allegato